Lo scintillatore tascabile QSF104

Rispondi
Avatar utente
Enotria
Senior
Messaggi: 283
Iscritto il: 08/10/2015, 17:15
Località: Ferrara
Contatta:

Lo scintillatore tascabile QSF104

Messaggio da Enotria » 17/02/2017, 18:21

.


Effettivamente è uno strumentino diverso dal solito, la pubblicità ne parla molto bene e ne decanta le virtù, per cui ho voluto provarlo per rendermi conto di cosa ci fosse di reale.

A differenza di tutti gli altri strumenti portatili, questo è uno scintillatore: non usa la solita sonda di tipo Geiger, ma una resina plastica che emette microscopiche scintille quando viene colpita dai raggi gamma e da un amplificatore che preleva questi debolissimi impulsi luminosi e li trasforma in impulsi elettrici per poi contabilizzarli.

Quindi nulla di nuovo sotto il sole, potrebbe anche funzionare, il problema è come cavolo hanno fatto questi coreani a fare stare tutto dentro ad uno scatolotto più piccolo di un pacchetto di sigarette ed a venderlo ad un prezzo così concorrenziale.

La curiosità è tanta ed ho ordinato lo strumentino per provarlo.

In poco tempo è arrivato, come al solito non ho dovuto pagare la Dogana (chissà perché in Italia la dogana la pagano solo i prodotti USA :mrgreen: ) e l’aspetto è veramente molto carino.
1.JPG
Un primo dubbio sorge dall’utilizzo di un unico tasto multifunzione che cambia il suo effetto a seconda di dove ci troviamo nel menu ed a seconda del tempo di pressione, se lungo o corto. Mi domando quale sia la sua qualità e la sua durata, perché una volta che comincia a fare dei falsi contatti, ci deve essere da impazzire.

Naturalmente provo subito il fondo della mia stanza: 0,16 uSv/h, valore più che plausibile, dato che ho in deposito anche alcune sorgenti radioattive.

Bene, sembra funzionare perfettamente, vediamo allora il solito test a cui sottopongo tutti gli strumenti che mi capitano fra le mani: “La prova su strada”.

Per avere la massima precisione, setto lo strumento sulla P, con letture su di una base tempi piuttosto lunga: due minuti.

Inizio la prova come al solito con la misura del fondo: di nuovo 0,16 uSv/h.


Ma iniziamo le prove e mettiamo lo strumento a 120 cm. dalla nostra solita sorgente. Poi a 80 cm, poi a 60, ecc. ecc.
La tabella dei dati riscontrati è questa:
2.JPG
Deludente, decisamente deludente.


Si, c’è una certa sensibilità, la sorgente viene “sentita” anche alla massima distanza, ma capperi, la quantificazione del valore delle radiazioni è completamente sballata.
3.JPG


Qui siamo in presenza di uno strumento che sembra sia stato calibrato sul valore di un fondo medio, ma che poi non ha più alcuna linearità di risposta ai valori più elevati, tanto da diventare bello “sordo” proprio quando più servirebbe la precisione della misura.

Peccato, mi ero illuso che le sue prestazioni fossero quelle di un vero scintillatore, invece siamo ai livelli del Bella, solo che i costi sono ben diversi !

Naturalmente, a questo punto, era inutile perdere tempo nel verificare le altre caratteristiche promesse: se non sa contare, è perfettamente inutile verificarlo come dosimetro e, se proprio lo volete usare come allarme, ricordatevi che quando suona, in realtà avevate già superato la soglia di almeno cinque volte ! Auguri ! :lol:


Ho poi voluto fare una ulteriore verifica: vedere come e quanto è lineare la risposta della sonda.
4.JPG
Ho preso come riferimento per i calcoli matematici di attenuazione lo stesso valore indicato dallo strumento a 10 cm. dalla sorgente, 232 microSv/h. ( i valori sono stati divisi per 100)
Arretrando a 20 cm. il valore deve diventare un quarto di quello iniziale, invece leggo 74 al posto di 58.
Andiamo a 40 cm, questa volta dovrei rilevare una radioattività di 15, invece leggo 19.

Morale: dalle misurazioni risulta quindi che la lettura è precisa sul valore di fondo, che vi è la tendenza della sonda a sopravalutare la misurazione di un buon 25% ma, nonostante questo, la misurazione su valori sensibili risulta ugualmente di parecchie volte inferiore al reale.


Ho poi voluto fare una ulteriore contro prova: messi sul banco il QSF104 assieme al Inspector ed al E600 con la pancake, ho fatto alcune misure a confronto, utilizzando sorgenti ben schermate per Alfa e Beta:
5.JPG

I risultati:
................... Fondo.....Sorgente... Pozzetto
................... microR/h..milliR/h... milliR/h

Eberline E-600 ....... 21... 16.65...... 9.04
Inspector.............. 15... 18.51...... 11.92
Q-Safe................. 13... 3.56....... 1.91


Si, lo so che servirebbe l’analisi statistica e che le misure sono ballerine, ma a quei livelli di radioattività la misurazione è invece molto stabile e differenze di oltre cinque volte sfidano qualsiasi statistica.

E' stata poi interpellata la ditta produttrice, che ha presentato invece questi riscontri:


Type of nucley:Cs-137 gamma ray

Range.........................reference value................ measured value .................calibration coefficient
................................48 microSv/h ....................48.6 microSv/h................. 0.988
100 microSv/h.............. 24 microSv/h.....................24.6 microSv/h................. 0.,976
................................12 microSv/h.................... 12.6 microSv/h..................0.972
............................................................................. Average coefficient ...0.972




Ma, io non sono in grado di dare spiegazioni, ne voglio provarci.
Certamente vi sono delle differenze fra le condizioni di taratura alla fabbrica e le condizioni di lavoro reali, per cui è naturale una differenza di valutazione, ma accidenti, così è un po’ troppo !

In genere mi dispiace dare giudizi negativi su degli strumenti interessanti, ma non vedo che altro potrei dire. Spero che con la diffusione di questo scintillatore, altri facciano delle ulteriori prove di precisione: sarebbe importante avere altri riscontri, con altri metodi ed in altre condizioni, in modo da avere delle indicazioni più certe del comportamento di questo simpatico strumento, purché posto in condizioni di utilizzo reale sul campo.


:)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Andrea

URL: [External Link Removed for Guests]

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)

Avatar utente
Zagros
Messaggi: 78
Iscritto il: 14/10/2015, 21:45
Località: Parma

Re: Lo scintillatore tascabile QSF104

Messaggio da Zagros » 17/02/2017, 19:01

bella recensione, complimenti.
a questo punto resta la curiosità: come è costruito, lo scintillatore a cosa è accoppiato : diodo pin ? SIPM ?
gli apra la pancia !!



Avatar utente
marconmeteo
Moderatore
Messaggi: 3985
Iscritto il: 08/10/2015, 21:20
Località: Marcon (VE)
Contatta:

Re: Lo scintillatore tascabile QSF104

Messaggio da marconmeteo » 17/02/2017, 20:48

Si davvero, quoto zagros, un ottima recensione enotria, grazie. Anche io sarei curioso di sapere come è costruito......scintillatore plastico e diodo pin, secondo me......non credo utilizzino un sipm.


[External Link Removed for Guests]

"Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo all'universo ho ancora dei dubbi" - Albert Einstein


IU3ARP

Avatar utente
marconmeteo
Moderatore
Messaggi: 3985
Iscritto il: 08/10/2015, 21:20
Località: Marcon (VE)
Contatta:

Re: Lo scintillatore tascabile QSF104

Messaggio da marconmeteo » 17/02/2017, 21:46

Se ne era parlato anche quì: [Local Link Removed for Guests]" onclick="window.open(this.href);return false; dove trovate pure il manuale, il detector è un fotodiodo (pin) accoppiato ad un piccolo cristallo di CsI(Tl).


[External Link Removed for Guests]

"Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo all'universo ho ancora dei dubbi" - Albert Einstein


IU3ARP

Avatar utente
cobaltium
Messaggi: 203
Iscritto il: 01/02/2017, 22:45
Località: Italia

Re: Lo scintillatore tascabile QSF104

Messaggio da cobaltium » 18/02/2017, 15:55

Grazie ad Enotria per la sua recensione dello strumento. Certo con quello che costa non si può pretendere uno strumento di alta professionalità, ma è importante conoscere bene i limiti dei propri strumenti in modo da poterli utilizzare al meglio delle loro capacità. Grazie ancora.



Avatar utente
Cherenkof
Messaggi: 43
Iscritto il: 06/04/2016, 11:22

Re: Lo scintillatore tascabile QSF104

Messaggio da Cherenkof » 03/03/2017, 10:26

In effetti nonostante la sensibilità sembra un po' un giocattolo, a partire dal display, che a quanto pare non è a colori come sembra.
Peccato che il sito del produttore pare sia solo in coreano, il che non rende facile capire le differenze tra i vari modelli.



Avatar utente
Cherenkof
Messaggi: 43
Iscritto il: 06/04/2016, 11:22

Re: Lo scintillatore tascabile QSF104

Messaggio da Cherenkof » 03/03/2017, 10:31

Vedo ora che c'è una versione con energy compensation :

[External Link Removed for Guests]" onclick="window.open(this.href);return false;



Avatar utente
corvinus
Messaggi: 62
Iscritto il: 17/05/2016, 17:17
Località: Verona

Re: Lo scintillatore tascabile QSF104

Messaggio da corvinus » 03/03/2017, 16:47

E perché non fare un confronto diretto con uno scintillatore blasonato , di certo lo strumento per il confronto non manca :)



Avatar utente
pg103
Messaggi: 30
Iscritto il: 14/02/2016, 18:50

Re: Lo scintillatore tascabile QSF104

Messaggio da pg103 » 06/06/2017, 18:24

Hello,
the new Version QSF104B have a Window and can read Beta Radiation:

This version cost 40$ more as the QSF104 Gamma only version.
QSF104B.jpg
See the video:
[External Link Removed for Guests]" onclick="window.open(this.href);return false;

I have the Gamma Version only QSF104.

The internal clock is very inaccurate. In a few hours, this device has already a few minutes differences.

Annother Video with a 100Bg/kg CS137 piece.
[External Link Removed for Guests]" onclick="window.open(this.href);return false;
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.



Rispondi

Torna a “Strumenti Tascabili”