Prova su strada del Guardian Ray Plus

giogola
Messaggi: 4
Iscritto il: 13/09/2016, 17:13

Re: Prova su strada del Guardian Ray Plus

Messaggio da giogola » 15/09/2016, 14:28

marconmeteo ha scritto:
giogola ha scritto:Io ci aggiungerei la funzione di aggiornamento del firmware attraverso un PC, che sia Windows o altro, via USB, sarebbe un bel plus.
Se leggi i post precedenti vedrai che anche amarturini chiedeva la stessa cosa e Maurizio spiega che la scelta di non prevedere tale opzione, essendo un prodotto commerciale, parte anche dal fatto di non distribuire il firmware, da lui creato, per evitare che qualcuno possa copiare il suo lavoro.
Ok, ma il suo lavoro può brevettarlo. Ok sul fatto che altri lo hanno suggerito prima, ma il mio consiglio è stato dato perchè se uno compra l'apparecchio e si scopre un diferro nel software, mi roderebbe un po' dopo aver speso 700€, fermo restando che riconosco in pieno la bontà del suo progetto. Mi starebbe comunque anche bene la spedizione di una eeprom già riprogrammata, ma a costo ragionevole



Avatar utente
GuardianRay
Messaggi: 47
Iscritto il: 12/10/2015, 9:40
Località: Cagliari
Contatta:

Re: Prova su strada del Guardian Ray Plus

Messaggio da GuardianRay » 15/09/2016, 19:13

giogola ha scritto:
marconmeteo ha scritto:
giogola ha scritto:Io ci aggiungerei la funzione di aggiornamento del firmware attraverso un PC, che sia Windows o altro, via USB, sarebbe un bel plus.
Se leggi i post precedenti vedrai che anche amarturini chiedeva la stessa cosa e Maurizio spiega che la scelta di non prevedere tale opzione, essendo un prodotto commerciale, parte anche dal fatto di non distribuire il firmware, da lui creato, per evitare che qualcuno possa copiare il suo lavoro.
Ok, ma il suo lavoro può brevettarlo. Ok sul fatto che altri lo hanno suggerito prima, ma il mio consiglio è stato dato perchè se uno compra l'apparecchio e si scopre un diferro nel software, mi roderebbe un po' dopo aver speso 700€, fermo restando che riconosco in pieno la bontà del suo progetto. Mi starebbe comunque anche bene la spedizione di una eeprom già riprogrammata, ma a costo ragionevole

Sono Maurizio, il progettista di Guardian Ray,

giusto per fare maggiore chiarezza puntualizzo che se l'aggiornamento riguardasse un eventuale difetto del software questo sarebbe assolutamente Gratuito, anzi sono ben contento che eventuali anomalie mi vengano segnalate per essere poi prontamente risolte. In tal caso gli unici costi a carico dell'acquirente sarebbero le spese di spedizione ed eventualmente il costo di un chip supplementare qualora non ci rimandasse indietro quello originale.

Cosa diversa sarebbe se invece l'upgrade riguardasse la sola implementazione di nuove funzioni, in tal caso l'operazione avrebbe si un costo, ma comunque sempre contenuto.

Cordialmente
Maurizio Licciardò





Avatar utente
Mercenario
Messaggi: 16
Iscritto il: 04/01/2017, 21:53

Re: Prova su strada del Guardian Ray Plus

Messaggio da Mercenario » 05/01/2017, 21:34

Qualcuno ha effettuato delle verifiche anche sulla versione non-plus dello strumento?


Dio esiste perché la matematica è coerente; il diavolo esiste perché non possiamo dimostrarlo. (André Weil)

Avatar utente
GuardianRay
Messaggi: 47
Iscritto il: 12/10/2015, 9:40
Località: Cagliari
Contatta:

Re: Prova su strada del Guardian Ray Plus

Messaggio da GuardianRay » 15/07/2018, 14:08

Vi posto le nuove immagini di Guardian Ray Plus che adesso è disponibile anche con sonda pancake LND7317 esterna. Come sempre è particolarmente gradito un giudizio estetico e funzionale.
Immagine



Avatar utente
marconmeteo
Moderatore
Messaggi: 3843
Iscritto il: 08/10/2015, 21:20
Località: Marcon (VE)
Contatta:

Re: Prova su strada del Guardian Ray Plus

Messaggio da marconmeteo » 15/07/2018, 15:17

Ormai sei un mago della stampa 3D :D ;)


[External Link Removed for Guests]

"Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo all'universo ho ancora dei dubbi" - Albert Einstein


IU3ARP

Avatar utente
GuardianRay
Messaggi: 47
Iscritto il: 12/10/2015, 9:40
Località: Cagliari
Contatta:

Re: Prova su strada del Guardian Ray Plus

Messaggio da GuardianRay » 15/07/2018, 17:19

[Local Link Removed for Guests] ha scritto: [Local Link Removed for Guests]
15/07/2018, 15:17
Ormai sei un mago della stampa 3D :D ;)
Grazie troppo buono ::-))



Avatar utente
cicastol
Messaggi: 613
Iscritto il: 16/06/2016, 18:33

Re: Prova su strada del Guardian Ray Plus

Messaggio da cicastol » 15/07/2018, 18:58

[Local Link Removed for Guests] ha scritto: [Local Link Removed for Guests]
15/07/2018, 14:08
Vi posto le nuove immagini di Guardian Ray Plus che adesso è disponibile anche con sonda pancake LND7317 esterna. Come sempre è particolarmente gradito un giudizio estetico e funzionale.
La sonda è una delle migliori,ma si sa, per il resto IMHO esteticamente è sempre lo stesso giocattolo plasticoso con assurdità tipo tasto Becquerel e il trifoglio di pericolo radiazioni messo lì a casaccio perchè fa figo. :oops:
Poi per carità, i gusti sono gusti…….



Avatar utente
GuardianRay
Messaggi: 47
Iscritto il: 12/10/2015, 9:40
Località: Cagliari
Contatta:

Re: Prova su strada del Guardian Ray Plus

Messaggio da GuardianRay » 15/07/2018, 19:55

[Local Link Removed for Guests] ha scritto: [Local Link Removed for Guests]
15/07/2018, 18:58
[Local Link Removed for Guests] ha scritto: [Local Link Removed for Guests]
15/07/2018, 14:08
Vi posto le nuove immagini di Guardian Ray Plus che adesso è disponibile anche con sonda pancake LND7317 esterna. Come sempre è particolarmente gradito un giudizio estetico e funzionale.
La sonda è una delle migliori,ma si sa, per il resto IMHO esteticamente è sempre lo stesso giocattolo plasticoso con assurdità tipo tasto Becquerel e il trifoglio di pericolo radiazioni messo lì a casaccio perchè fa figo. :oops:
Poi per carità, i gusti sono gusti…….
Giustamente i gusti sono gusti, può piacere o non piacere e ciò non si discute.
Noto invece da parte di qualcuno un certo 'accanimento' nell'evidenziare recusivamente la presenza del tasto Becquerel (al cm2), nonostante sia cosa vecchia e nota ed abbia personalmente più volte spiegato che si trattava di una funzione sperimentale non ancora implementata, ma che appena mi sarà possibile la inserirò nelle caratteristiche dello strumento. Infatti i Bequerel/cm2, ovvero il grado di contaminazione di una superficie piana, si possono tranquillamente calcolare pur con una certa approssimazione, se si conosce il rendimento tipico della sonda utilizzata e anche il suo tipico fattore di conversione, naturalmente a patto che la misura venga effettuata con la stessa sonda a diretto contatto (4pi) con la superfice da analizzare. Se vi interessa approfondire l'argomento più avanti vi posto la formula per la LND7317 il cui rendimento medio si aggira intorno al 40%.



Rispondi

Torna a “Strumenti Tascabili”